Sistema di dissalazione e sanificazione di acqua salata per uso pubblico, industriale e agroalimentare

Sistemi ad osmosi inversa

I comuni sistemi di osmosi inversa di solito hanno una pompa di alimentazione, un sistema di prefiltrazione, una pompa ad alta pressione, una membrana osmotica all’interno di un recipiente a pressione, una valvola di regolazione della pressione, un manometro per il controllo della pressione e un sistema per il controllo della qualità dell’acqua. Scopriamo tutte le parti di un dissalatore:

– POMPA BASSA PRESSIONE: aiuta la pompa ad alta pressione e garantisce un flusso d’acqua costante.

– PREFILTRAZIONE: aiuta a mantenere le membrane pulite e pronte all’uso. Il suo compito è quello di fermare tutto ciò che può essere considerato “sospeso”: plancton e impurità dell’acqua che altrimenti provocherebbero lo strozzamento della membrana. I filtri a filo avvolto sono i più comuni in questo campo. Tuttavia, negli impianti più grandi è necessario utilizzare sistemi più complessi.

– POMPA ALTA PRESSIONE: è il cuore dell’impianto. Di solito è una pompa volumetrica, che necessita di un flusso d’acqua costante al suo interno per mantenere alta la pressione.

VASO A PRESSIONE: all’interno di questo contenitore in fibra di carbonio e vetroresina mettiamo la membrana osmotica. – MEMBRANE E FLUSHING: la membrana semipermeabile è il “filtro” che realizza l’osmosi inversa. Vale a dire che il processo di dissalazione è possibile grazie alla membrana osmotica. La membrana deve essere posta all’interno di un contenitore ad alta pressione (recipiente a pressione), poiché la pressione di normale utilizzo per un dissalatore è di 60 bar.

Il flusso d’acqua all’interno della membrana deve essere costante e senza brusche variazioni dei valori di pressione. Altrimenti, il sale si depositerebbe sulla membrana nello stesso modo in cui la sabbia si deposita sul fondo del mare. Il risultato sarebbe un soffocamento della membrana. Quello che succede in alcuni sistemi in commercio (motore barca diretto – accoppiamento bassa pressione (con moltiplicatore)).

Per evitare il problema dell’intasamento della membrana dovuto alla sedimentazione del sale su di essa, gli impianti di osmosi inversa devono disporre di un efficiente sistema di lavaggio che pulisca la macchina con acqua dolce. Non consigliamo i sistemi di risciacquo manuale, perché i proprietari di barche di solito dimenticano di farlo.

Gli impianti ad osmosi inversa che dispongono di un sistema di lavaggio automatico e che mantengono una pressione regolare sono solitamente i dissalatori più affidabili, perché senza “effetto onda” sulla membrana possiamo essere certi che su di essa non si poserà quasi nulla.

Durante il lavaggio automatico la valvola di regolazione della pressione deve essere completamente aperta. Se questa valvola rimane chiusa (come durante il processo di desalinizzazione) anche un sistema automatico non sarà sufficiente per pulire le membrane dal sale: la valvola chiusa funzionerebbe proprio come un rubinetto chiuso.

La maggior parte dei sistemi di lavaggio automatico in commercio non hanno un dispositivo che apre la valvola di regolazione della pressione. I sistemi di lavaggio automatico possono differire sostanzialmente l’uno dall’altro.

– VALVOLA DI REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE: serve per controllare la pressione all’interno del dissalatore. Poiché il processo di osmosi inversa richiede una certa pressione costante, la nostra serie RP TRONIC ® è dotata di regolazione automatica della pressione.

Sistema di sanificazione e ossigenazione dell’acqua che utilizza una miscela allotropica di ossigeno e Hyper Oxigen Liquid.

-> Acque stagnanti, laghi, fiumi, porti.

-> Acqua di sentina, fanghi, acqua di lavaggio cisterne, acqua di zavorra oleosa, scarichi, acque nere, rifiuti a bordo, sversamenti, sistemi idraulici nave a bordo, rifiuti di superficie

-> co / purificazione di reflui civili ed industriali con particolare riguardo a BOD, Ferro, Manganese, Solfuro, Cianuro, Cloruri, Nitriti, Arsenico, Tnt, Benzene, Gram-Batteri positivi e negativi, tutti i tipi di Virus

-> Trattamento delle acque ospedaliere e comunitarie con azione efficace sul biofilm batterico delle tubazioni ed azione, unica ed efficace, contro il battito della Legionella.

-> Trattamento di acqua di mare e laghi inquinati da alghe killer e / o tossiche

-> Trattamento acque inquinate laghi artificiali inquinati da idrocarburi di estrazione e fanghi tossici

-> Potabilità di acque superficiali, pozzi e serbatoi di stoccaggio

-> Linee di imbottigliamento acqua naturale e vino

-> Emergenze idriche civili e militari

-> Trattamento di pesci e crostacei, lavaggio e conservazione con ghiaccio ozonizzato e conseguente allungamento della shelf life

-> Trattamenti di sanificazione dissalate acqua, pozzo, fiume da 400 l / ha 60.000 l / h

Richiedici un preventivo

[contact-form-7 id=”1512″ title=”Richiedi ora un preventivo!(Purificatore – info@dendi.it)”]